CORONAVIRUS – CHI È INNOCENTE (DA ERRORI) SCAGLI LA PRIMA PIETRA – ANALISI DEI PRIMI GIORNI DI PANDEMIA – COSA SAREBBE SUCCESSO SE SI FOSSE CHIUSO TUTTO SUBITO….

CHI È INNOCENTE SCAGLI LA PRIMA PIETRA

Immaginiamo un governo efficiente e prudente. Al 31-1-2020 fa il primo decreto per la possibile pandemia di coronavirus. Al 10-2-2020 fa un secondo decreto che non permette di uscire di casa se non per necessità o lavoro, chiude le scuole, gli uffici pubblici a ranghi ridotti, chiusura delle fabbriche di produzione non indispensabili. Non sono permessi spostamenti tra le regioni se non in casi eccezionali, non si può raggiungere la seconda casa. Esercito, polizia, carabinieri in strada. Tutto fermo. Italia zona rossa.

Risultati sanitari dopo 2 mesi, cioè oggi 10-4-2020: ‘solo’ 1000 morti, deceduti 3 medici e 1 infermiere. Al sud praticamente poco o nulla. Nelle isole pochissimi contagi.

Economia a picco e soldi per tutti (anche chi ha patrimonio consistente). La domanda che si pongono politici, sociologi, economisti, giornalisti, opinionisti, confindustria, industriali, commercianti, cittadini, popolo: perché tutta questa rigidità se la cosa, come si è dimostrata, non era così grave. Molti meno morti della consueta influenza stagionale, perdite consistenti di PIL, debito statale da grande a enorme. Il governo non riesce a giustificarsi.

Risultato finale: dimissioni del governo.

Realtà.

Io non sono innocente. Con i miei amici ci siamo ritrovati a cena il 26-2-2020. I ristoranti erano ancora aperti la sera nonostante una chiusura dei bar alle 18. C’era un avviso di pericolosità ma noi non ci siamo risparmiati abbracci e strette di mano. Il coronavirus non ci intimidiva.

Provvedimenti: 31-1-2020 primo decreto per coronavirus. Chiusura voli da Cina.

2-2-2020 Protezione Civile: l’impiego di termoscanner negli aeroporti per i passeggeri provenienti da Cina con scali intermedi.

3-2-2020 Protezione civile adotta provvedimenti di coordinamento e stanzia 5 milioni.

4-2-2020 Task force per controllare arrivi aeroporti.

6-2-2020 Presidente Conte presiede riunione con Protezione Civile

7-2-2020 Task force conferma chiusura voli da Cina.

8-2-2020 Circolare del Ministero della Salute a tutte le autorità con la conferma di un primo caso di bambino a scuola. Avvisata Regione Veneto.

10-2-2020 A Palazzo Chigi l’incontro interministeriale, presieduto dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, per un aggiornamento sul rischio sanitario collegato al coronavirus.

21-2-2020 Riunione comitato tecnico scientifico con il ministro della Salute, Roberto Speranza. Ordinanza: misure di isolamento quarantenario obbligatorio e sorveglianza attiva con permanenza domiciliare fiduciaria per chi è stato nelle aree a rischio negli ultimi 14 giorni.

23-2-2020 Decreto legge n. 6 con misure di contenimento, chiusi i musei.

23-2-2020 DPCM chiusura comuni zona rossa.

25-2-2020 DPCM sospensione attività sportive

01-3-2020 DPCM riapertura musei, contenimento per impianti sciistici, manifestazioni sportive vietate fino al 8-3-20, apertura luoghi di culto. Insomma incertezza fino al 8- Marzo.

8-3-20 DPCM Misure urgenti di contenimento del contagio nella regione Lombardia e nelle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso, Venezia. Chiusura stazioni sciistiche.

9-3-20 DPCM Chiusura di Italia fino al 3-4-2020.

Questo il nostro governo. Nel frattempo riporto:

9-2-20 Domenica: da Fazio Il dott. Burioni afferma che il rischio per noi è zero. Il ministro Speranza dice che la nostra sanità (molto privata in Lombardia) è un fiore all’occhiello e non dobbiamo preoccuparci. Siamo pronti.

19-2-20 Atalanta-Valencia giocata a Milano (tutti a Bergamo nei bar per vedere e gioire della vittoria). Immaginiamo baci e abbracci infiniti.

27-2-20 Salvini va da Mattarella e chiede: “Riapriamo tutto quello c’è da riaprire: l’Italia è un Paese che soffre ma che vuole ripartire, adesso”.

28-2-20 Confindustria Bergamo pubblica un video per dimostrare che si lavora #Bergamoisrunning.

2-3-2020 dal sito del Comune di Milano: Milano, 2 marzo 2020 – Come previsto dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri emanato domenica 1° marzo d’intesa con il Ministero della Salute in materia di contenimento del contagio da coronavirus, il Comune di Milano ha deciso la riapertura delle biblioteche, delle sedi espositive e dei musei civici, nelle modalità indicate di seguito……

Chiusura musei: quasi tutti contro: giornalisti, opinionisti(?), sindaci, etc.

10-3-20 Inizia il crescente numero di morti a Bergamo per coronavirus.

In TV, mentre ad oggi abbiamo più di 18000 morti e oltre 100 medici deceduti con una trentina di infermieri, ci sono ancora alcuni che chiedono sia ripristinata la persa ‘libertà personale’. I giornalisti, che hanno visto aumentare il lavoro, oppressano tutti i responsabili in questi giorni con la solita domanda: quando finirà? Io ho la risposta: ‘domandalo al Sig. Coronavirus!’

Certo oggi siamo tutti coscienti di essere stati quantomeno superficiali nel ricevere le notizie dalla Cina. Le autorità hanno avuto le loro responsabilità, errori ne sono stati fatti e quelli che sanno cosa si sarebbe dovuto fare, col senno di poi, sono quelli che prima si opponevano alle misure adottate.

Un appunto per quei politici-amminstratori che non sanno sopportare il peso delle responsabilità ed esternano (ciacolano) cercando in altri responsabilità proprie. Per cortesia risolvete i problemi per quanto potete in silenzio.

Risultato: abbiamo ora un Governo stabile che cresce nei consensi, tutti ci siamo resi conto della grandezza della tragedia e ci immaginiamo il dopo e alle risorse economiche necessarie.

Andràtuttobene …….per quelli rimasti.

10-4-2020

Related posts

Leave a Comment